L\’ennesimo punto di vista


La mia libertà di chiamata

Posted in Free and Open Source Software,RikyM di RikyM su settembre 5, 2007

Qualche giorno fa ho installato sulla mia linux box (fa tanto figo, ma non è altro che un PC con Kubuntu) WengoPhone, programma del progetto OpenWengo e ho detto ad un mio amico che se avesse messo anche lui un programma simile avremmo potuto parlarci. Lui mi ha risposto (testuali parole) “…ma perchè skype nn va + bene?”. Domanda legittima: già in precedenza avevamo parlato con Skype. Risposta: Skype non è mai andato bene. Perchè? No, non solo perchè tratta male i poveri utenti Linux con versioni menomate delle parenti per Windows e Mac, ma anche e soprattutto per altri motivi.

Uno strumento caro a Moggi...

Cercando su google si trova una bella spiegazione di Enrico Rubboli, che potete trovare qui, sul perchè non bisogna utilizzare Skype. La spiegazione di Rubboli tuttavia non mi aggradava, non è abbastanza catastrofica, quindi ne ho cercate altre. Sembra che nessun altro che parli italiano si sia posto il problema. Ho continuato a cercare… insomma per farla breve ho trovato un bell’articolo in spagnolo tradotto in inglese. Stanotte non riuscivo a dormire quindi mi sono improvvisato traduttore e ho tradotto la versione inglese in italiano per voi.

Il mio inglese non è il massimo: quello che non ho studiato a scuola. Se ci sono errori (su un paio di cose non sono tanto sicuro) avvisatemi pure nei commenti.

Questo è un blog sul FOSS quindi non dovrei parlare troppo di programmi proprietari.
L’unico problema non è tanto che Skype sia proprietario (sebbene lo sia), la vera questione è che usa un protocollo chiuso e proprietario. Ora, cosa significa questo? Significa che gli utenti di Skype possono comunicare solo con… beh, gli altri utenti Skype.

Qual’è la fregatura?
Prova ad applicare questo concetto alle vere compagnie telefoniche, diciamo che tu sei un utente Verizon e vuoi chiamare un amico che è utente di un’altra compagnia diversa da Verizon, cosa succederebbe? Il tuo amico dovrebbe comprare un telefono speciale da Verizon o diventare un loro utente per poter comunicare con te. Irritante vero?
Nel mondo del software, programmi che usano standard liberi e aperti come SIP possono comunicare con programmi diversi, questo è impossibile con Skype.

Che importa? Scaricare Skype non mi costa niente!
Magari per ora hai ragione ma cosa succederebbe se Skype avesse quasi tutti gli utenti VoIP e tutti i telefoni VoIP fossero compatibili solo con Skype? Skype potrebbe decidere di far pagare troppo per la licenza del proprio hardware e trasformare il programma gratuito che conosciamo oggi in un servizio a pagamento!
Questo viene chiamato Vendor lock-in, è una pratica comune fra i produttori di software. Esso consiste nell’ingannare gli utenti fornendo un servizio gratuito per poi far pagare prezzi ingiusti una volta che questo è diventato uno standard perchè è più faticoso abbandonare uno standard di fatto vedi questo articolo di wikipedia sul problema (il Vendor lock-in è quello che fa Microsoft con le sue API e Franhofer con l’MP3).
Soprattutto lasciare i mezzi di comunicazione nelle mani di un solo ente è anti-democratico specialmente quando questo ente usa un protocollo segreto che può essere controllato solo dall’ente stesso (una compagnia guidata dal profitto). Sei daccordo col perdere la tua libertà e la tua privacy per un po’ di comodità data da Skype? La tua libertà vale così poco?

Che importa? Semplicemente smetto di usare Skype e inizio ad utilizzare un’alternativa gratuita!
Guarda cos’è successo nel mondo dell’ufficio. OpenOffice e GNU/Linux sono liberi e gratuiti e nessuno sta cambiando o per lo meno il cambiamento è molto lento. Questo perchè? Cambiare tecnologia nelle aziende è costoso specialmente quando avviene nell’hardware (pensa a tutti quei telefoni compatibili con Skype in cui ha investito il tuo capo…). Quindi usare Skype ora è come prendere una dipendenza da una brutta droga, sarà duro e faticoso smettere di usarlo anche se il venditore deciderà di imporrti prezzi ingiusti. Usare Skype ora sta mettendo il tuo futuro nelle mani di Ebay Inc e Skype Corp.

Ok sono piuttosto convinto 🙂 Come posso evitare tutto questo?
Semplicemente non usare Skype o smetti di usarlo ORA. Ci sono molte alternative che usano protocolli standard come SIP e AIX. Parla ai tuoi amici delle alternative. Questo è un blog sulle alternative Free e Open Source quindi io ti parlo di questa alternativa.

Spero che quest’articolo ti aiuterà ad affrontare il passaggio al mondo libero del VoIP 🙂

Qui il testo originale in spagnolo e qui quello in inglese che ho tradotto io.


Ora se volete parlarmi non cercatemi su skype. 🙂

P.S. L’autore dell’articolo originale non ha lasciato nel suo blog un recapito a cui contattarlo, quindi mi sa che verrà a conoscenza di questa traduzione solo se il suo blog supporta il track-back. Non me ne voglia. Ho commentato l’articolo originale (in un inglese zoppicante) per avvertire l’autore della traduzione. Qui le cose si fanno per bene… o quasi.

Annunci

5 Risposte to 'La mia libertà di chiamata'

Subscribe to comments with RSS oppure TrackBack to 'La mia libertà di chiamata'.

  1. KiKi said,

    In generale mi sembra buono. Non ho cercato tutti i termini che non conoscevo perché mi hai detto di averlo già fatto tu. Comunque tra i significati di “deal” c’è anche quello di “affare losco, poco pulito”, quindi tradurrei il primo titoletto come “Qual è la fregatura?” (traduzione piuttosto libera ma rende l’idea, no?). Invece cambierei “proprietary”, perché “programmi proprietari” non si capisce. Ho trovato che significa “di proprietà riservata”, credo che così sia più chiaro. Per il resto è una traduzione efficace. Fammi sapere se c’è qualcos’altro che non ti convince

  2. RikyM said,

    Provvedo a cambiare il titoletto, grazie per l’appunto.

    Per proprietary in italiano, in ambito informatico, si usa proprio il termine proprietario. Sono proprietari quei programmi che limitano la libertà di utilizzo da parte dell’utente, in contrapposizione col movimento FOSS. Per chi non sa che differenza ci sia può sembrare una roba oscura, ma per chi sa di cosa si parla è cristallino e un altro termine risulterebbe spiazzante.

    Per saperne di più ti rimando alla pagina della Classificazione del Software Libero e non libero sul sito del progetto GNU e alla voce relativa su Wikipedia.

    Grazie di aver revisionato la traduzione.

  3. Yami said,

    Grazie per la traduzione, se ne sentiva il bisogno vista l’importanza della questione e l’inspiegabile disinteresse in ambito italiano.

  4. RikyM said,

    Yami, il disinteresse in Italia su queste questioni credo sia spiegabilissimo con l’ignoranza. È ovvio che se la gente non sa non può interessarsi ed è un enorme problema.

    Tra formati proprietari, trusted comuting, progetto DVB e altre amenità del genere si sta sempre più sfruttando la diffusa ignoranza informatica per spennare soldi e limitare la libertà a tutti (cittadini, stati, aziende, organizzazioni…).

    Un consiglio signori, per la vostra libertà, ricercate la conoscenza, siate hacker.

    Grazie per i ringraziamenti. Torna a trovarci.


  5. […] di fatto per obbligare gli utenti poi a comprare i suoi programmi o servizi (vedi Microsoft e Skype) e questa è una grossa limitazione alla nostra libertà di […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: