L\’ennesimo punto di vista


Il nostro trasferimento

Posted in Avviso ai naviganti,RikyM di RikyM su gennaio 15, 2008

La cosa era stata preannunciata in un recente articolo: è in corso il trasferimento de L’ennesimo punto di vista su Netsons, un servizio di hosting la cui versione base è gratuita.

Questo ci permetterà una maggiore personalizzazione del blog. Potremo mettere mano al codice, installare temi e plug-in e fare tante belle cosucce.

La nostra nuova casa dev’essere ancora sistemata bene, ma credo che si possa già usare per pubblicare articoli. Da oggi siamo su http://ennesimo.netsons.org/. Se avete intenzione di seguirci e commentare regolarmente vi consigliamo di registrarvi. Al momento non stiamo cercando collaboratori, ma se ci tenete lasciateci un messaggio.

Fate un salto a trovarci e aggiornate i vostri aggregatori di feed.

Annunci

MUTE: il P2P veramente anonimo

Posted in Free and Open Source Software,RikyM,Sicurezza & anonimato di RikyM su gennaio 9, 2008

Attenzione: in questo articolo parlo di un programma di condivisione di file e faccio riferimenti alla condivisione di file coperti da copyright. Con ciò non voglio istigare nessuno a commettere azioni simili. Ricordo che le opere la cui condivisione non è permessa dall’autore per legge non si possono condividere. Declino pertanto ogni responsabilità. Vi illustro questo programma solo perchè ritengo interessanti gli sviluppi che potrebbe avere e perchè se voglio condividere delle opere la cui diffusione è lecita, non vedo perchè dovrei render conto di questo al mondo intero. Usate il tutto secondo vostra coscienza.

Introduzione
La condivisione di file tramite reti P2P è al giorno d’oggi una pratica molto diffusa. A volte mi chiedo quanto questo avvenga in modo consapevole da parte degli utenti e soprattutto quanto questi siano consapevoli del fatto che condividere opere coperte da copyright in questo modo è reato. Certo, lo sappiamo tutti: è reato, ci sono delle leggi, c’è anche un’inquietante campagna pubblicitaria in proposito. Lo sappiamo… ma quanti di voi sentono di compiere un reato scaricando una file protetto dai diritti d’autore?

Ci sono stati diversi casi in cui delle persone, gente comune, gente come potrebbe essere il tuo salumiere, come potrebbe essere il tuo vicino di casa, come potresti essere tu, sono stati condannati dalla legge per aver condiviso file illegalmente. L’opinione pubblica non prende mai bene queste notizie, sarà che ci si immedesima un po’ tutti nella povera vittima. Fatto sta che, al posto di agire da deterrente, queste condanne incoraggiano lo sviluppo di tecniche di criptazione, camuffamento e “protezione” sempre più avanzate. In giro per la rete è pieno di liste sicure di server, filtri e pozioni magiche. Tuttavia questi sono il tentativo di rendere anonimo un sistema che non è stato progettato per essere tale e quindi l’efficacia di questi rimedi non è un gran che. Per ottenere risultati veramente apprezzabili bisogna cambiare approccio: è quello che stanno facendo gli sviluppatori di MUTE.

(more…)

Il mio blogroll

Posted in Avviso ai naviganti,RikyM di RikyM su gennaio 8, 2008

Questo blog non è nuovo per quanto riguarda segnalazioni o scambi di link, basti vedere i collegamenti tra L’ennesimo e TuxLinux, o la pubblicità fattaci da LuNa su OpenSource2007. In passato ho sempre fatto passare la cosa sotto silenzio, limitandomi a dare un’aggiustatina al blogroll.

Ora, in occasione di uno scambio di link col blog dell’Istituto di Istruzione Superiore Italo Calvino (per chi volesse pronunciarlo senza restare senza fiato Calvinoblog), colgo la palla al balzo per farvi notare che nella colonna qui a destra c’è il mio blogroll. Per chi non lo sapesse un blogroll è una lista di link a blog esterni. Quello qui presente raccoglie quelli di mio interesse e che leggo e frequento più di altri.

Per ora la lista è intitolata The Associates. Non è una scelta mia, è stata chiamata così da chi ha fatto il tema di WordPress. Magari in futuro installerò un altro tema o ci metterò mano personalmente, quindi il titolo potrà variare. Ricordatevi che internet e ogni cosa ad essa legata sono in continua evoluzione.

Questi sono i collegamenti che potete trovare al momento:

(more…)

Favole moderne

Posted in Curiosità,RikyM di RikyM su gennaio 5, 2008

Sfogliando il catalogo on-line dell’Apogeo ho trovato una favola che parla di condivisione. Ve la voglio segnalare perchè tratta temi importanti nell’era di internet, ma su cui troppo spesso non siamo abbastanza informati, quali condivisione, copyright e DRM. Ovviamente è una favola e queste cose non vengono citate direttamente, anche se i riferimenti si colgono.

Parlando di condivisione l’opera non poteva non avere una licenza libera, infatti MCM, l’autore, l’ha rilasciata sotto Creative Commons, con l’unica restrizione, oltre al riconoscimento della paternità ovviamente, di non usare il suo lavoro per scopi commerciali.

La favola è liberamente scaricabile dal blog dell’autore (in inglese, essendo MCM canadese) e dal sito dell’Apogeo (in italiano) dove potete trovare anche altre informazioni.

Sono 16 pagine con illustrazioni, liberamente scaricabili in formato PDF. Se avete tempo, bastano 10 minuti prima di andare a letto, vi consiglio di leggerla.

Mars Vigilia!

Posted in Racconti,RikyM di RikyM su gennaio 3, 2008

Introduzione (vedi: parte noiosa da saltare)

Non tutti sanno che mi piace scrivere. Quelli che lo sanno sanno anche che scrivo una volta ogni scudetto dell’Inter (o ogni morte di papa, non ricordo mai come si dice), stanotte è stata una di quelle volte.

Ho deciso di condividere con voi lettori la mia creazione sotto licenza Creative Commons (segui il link per maggiori informazioni), la trovate qui sotto. Il brano è un monito prima di tutto a me stesso ed in secondo luogo a tutti quelli che, per un motivo o per un altro, pensano che la sconfitta sia ormai vicina e cercano di limitare i danni. Ho deciso che per me non sarà così, anche se so già che cambierò idea almeno una ventina di volte, morte e nemico si guardano in faccia e in faccia li guarderò.

Prima di lasciarvi al racconto voglio lanciare un ultimo messaggio a chi saprà coglierlo (vedi Messer Lazza principe degli Sfeniscidi). L’amore è come un brugo, nasce da sè, ma se non lo sai coltivare potrai goderne solo da lontano. Difendi e nutri la tua terra e potrai parteciparne e alimentarlo.

Fine introduzione – Inizio brano (more…)

Il mio fiore appassito

Posted in I miei pensieri,RikyM di RikyM su novembre 15, 2007

Seconda introduzione inutile (centra poco col discorso, ma la prima è stata autocensurata e ho dovuto sostituirla)
Oramai lo standard de facto in quanto protocollo per la messaggistica istantanea, almeno in Italia, è MSN. Mi lascia perplesso il fatto che Google non tenti di affermare Google Talk (basato su Jabber), ma questo è un altro discorso. Il bacino d’utenza al quale si rivolge MSN è vario, comunque fra tutte le tipologie di utenti (scusate se generalizzo) quella più vasta sono i ragazzi che ritengono assolutamente normale scrivere in caratteri cirillici, in giallino chiaro su bianco. Nn penso d dvr aggiungere altr alla loro descr, avete caput d ks sto parlando.

Entriamo nel discorso
Sarà una mia impressione, ma ultimamente sento sempre più lamentele in giro su come vengono proposti i fatti di cronaca nera nei telegiornali. Ormai non si parla d’altro: hanno ammazzato questo, hanno ucciso l’altro. Tutti si lamentano, ma i telegiornali danno solo alla gente quello che vuole: i delitti efferati. La gente li ama e li vive. Basta un morto ammazzato per scatenare risse a tavola o rivolte in piazza e nelle strade con mezzi più o meno pacifici. Ebbene, MSN non è rimasto immune da tutto ciò.

Ogni volta che muore qualcuno (ammazzato, ovviamente) gira lo stesso appello di conversazione in conversazione, adattato alla vittima di turno. Qui vi riporto un esempio.

In memoria di quello ke èccaduto questa mattina cioè di un giovane ultrà laziale morto per un colpo di pistola da un poliziotto mettete una rosa nel nick

Ps:Falla girare ai tuoi contatti

Ora non voglio entrare nel merito del fatto a cui fa riferimento l’appello, non è questa sede per discuterne, quindi evitate.

Qual’è il problema?
Semplice: gli appelli di questo tipo mi stanno sui deferenti. In particolare non sopporto l’insistenza con cui vengono proposti e, soprattutto, il fatto che se qualcuno non vuole aderire ad una così nobile iniziativa è solo perchè non ha un briciolo di humanitas, è un cinico, è un insensibile, è un senza dio, è un comunista, è un nazista ed è anche uno svizzero.

Non voglio qui offendere tutti quelli che hanno messo una rosa nel nick per una persona che, senz’altro, se lo meritava (non mi sto riferendo a casi particolari, non è questa la sede). Se vi sentite meglio, se dormite bene la notte, fatelo. Non impedirò a nessuno di farlo, ma non venitemi a dire che devo mettere anch’io una rosa o un ciclamino o un brugo (mi scusi il Messer Lazzarotto per la scelta dei fiori) nel mio cavolfiore di nick.

Sarò stronzo…
…ma no: non credo che serva a qualcosa mettere un fiore nel nick. M’han detto che è per solidarietà. Verso chi? Boh. Non conoscevo nè la vittima, nè parenti, nè amici e non ho una così grande empatia e dimostrare solidarietà a nessuno no, non mi sembra molto utile. M’han detto per stare vicino alla vittima. Ormai è morta, non credo si possa far più nulla per lei, al massimo per i parenti, che comunque non vedranno il mio bel fiorellino. Anche questo mi sembra inutile. M’han detto… non m’han detto più nulla, oltre a insulti a mio avviso gratuiti.

Sarò io insensibile, ma se devo stare vicino a qualcuno, se devo esprimere un sentimento, non lo faccio con tre caratteri nel nick di MSN, non basta.

Ipocrisia
Ma allora perchè mettere un fiore? Io non l’ho ancora capito, anche se un’ipotesi in mente ce l’ho. Ci stiamo nascondendo dietro quel fiore per non farci vedere (o non vedere?) dalla realtà¹. Cosa accadrebbe se vedessimo che non possiamo fare nulla per quel povero morto ammazzato? Cosa accadrebbe se vedessimo che in fondo non ce ne frega nulla della vittima? Cosa accadrebbe se vedessimo cosa siamo realmente?

È un mondo di stronzi per stronzi e a stare con lo zoppo… si sa. Non dico che il tutto sia volontario, anzi, la maggior parte delle volte è inconscio. Se vi fa star bene e non avete rimorsi fate pure come vi pare, ma non azzoppate ancora di più chi vi sta intorno, per favore.

ATTENZIONE: Il post che segue è un mio sfogo personale, non intendo accendere flame nè offendere persona alcuna, tuttavia potrei lasciarmi andare coi toni e risultare offensivo. Prendete tutto come una considerazione soggettiva dell’argomento, non vi voglio imporre il mio parere e non voglio che voi m’imponiate il vostro, grazie comunque per l’offerta.

Forse questo avviso andava all’inizio…


¹ Questa l’ho messa giù contorta ma nella mia mente un senso ce l’ha.

Pagina successiva »